Home » Salaì - Un giorno con Gian Giacomo Caprotti, detto Salaì by Andrea Garlinzoni
Salaì - Un giorno con Gian Giacomo Caprotti, detto Salaì Andrea Garlinzoni

Salaì - Un giorno con Gian Giacomo Caprotti, detto Salaì

Andrea Garlinzoni

Published March 14th 2013
ISBN :
Kindle Edition
33 pages
Enter the sum

 About the Book 

Un romanzo breve sull’eterno conflitto tra amore e odio, spirito e materia, bene e male. Un giorno tra le mura del castello visconteo di Pavia, nell’estate del 1509.Gian Giacomo Caprotti, detto il Salaì, dall’arabo Salah ovvero diavolo, allievoMoreUn romanzo breve sull’eterno conflitto tra amore e odio, spirito e materia, bene e male. Un giorno tra le mura del castello visconteo di Pavia, nell’estate del 1509.Gian Giacomo Caprotti, detto il Salaì, dall’arabo Salah ovvero diavolo, allievo di Leonardo, è stato sempre considerato un uomo molto particolare. Con il Maestro ebbe un rapporto controverso, testimoniato dal soprannome, ma finì per essere una delle persone a lui più vicine. Forse giovane amante, forse solo allievo, fu spesso usato come modello, per il suo volto androgino anche per soggetti femminili. Salaì, il garzone di bottega, giorno dopo giorno, conquistò l’affetto e la fiducia dellartista, fino a diventare insostituibile.Salaì da sempre ha intuizioni e idee che è incapace di comprendere e, dopo tante esitazioni e sotto linflusso di sostanze che producono visioni e sogni, racconta tutto a Leonardo.Perché Leonardo da Vinci, scienziato, sapiente e pensatore innovativo con un quoziente d’intelligenza ben superiore alla media, lasciò migliaia di schizzi e disegni delle sue mirabili intuizioni, realizzandone ben poche in concreto?Quali considerazioni nascono dallipotesi che Leonardo da Vinci non sia stato l’unico genio, e se le sue intuizioni fossero dovute ai suggerimenti di un suo discepolo?Leonardo si confronta con gli studiosi dell’università di Pavia, che già lo avevano coinvolto per i calcoli relativi al Duomo di Pavia- la nuova teoria è di quelle che portano alla scomunica, a porsi contro i dogmi della fede, ma che deve essere investigata.Dietro la nuova teoria cosa c’era? Genio umano? Intuizioni in stato di trance, o altro. Forse il nostro progredire non è stato solo frutto del genio degli uomini?